ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA di:
Verderio (LC) - Merate (LC) - Concorezzo (MB)

19° Trofeo Musokan - Crema 19-3-2012

Domenica 19 Marzo 2012 a Crema si è svolto il 19° Trofeo Musokan, gara organizzata tramite la FIKTA a cui hanno partecipato sei regioni: Lombardia, Veneto, Emilia, Toscana, Piemonte e Lazio.

La Regione Lombardia ha schierato una 15 atleti tra i quali sono stati invitati quattro atleti della Shotokan Ryu: Pischedda Alice, Pisaturo Francesco, Colombo Mattia e Marinoni Stefano.. 

Le gare svolte erano sia individuali che a squadre. Le prime prevedevano la partecipazione di un massimo di 8 atleti per ogni regione, le seconde invece prevedevano la partecipazione di una squadra unica composta da 3 atleti maschi e 2 atlete femmine. Le squadre hanno eseguito prove di  kumite (5 atleti ) e di kata (3 atleti maschi).

Particolarità di questo Trofeo è il “tameshiwari”. La parola tameshiwari,(che si può tradurre con il termine “rompere”), nel karate indica anche la verifica dell’allenamento psicologico e dell’abilità di colpire oggetti di vario genere con tecniche di karate. Nel caso specifico di questo trofeo il tameshiwari è stata la porta d’ingresso per poter accedere alle gare: ogni regione doveva infatti scegliere un atleta maschio ed un atleta femmina per spaccare una tavoletta di legno (con tecniche a loro scelta).  La nostra Alice è stata scelta come rappresentante femminile della Lombardia ed è riuscita a rompere brillantemente la tavoletta di legno con una tecnica di calcio.

Alice sale due volte sul gradino più alto del podio ottenendo l’oro nella gara individuale e nel kata a squadre. La sua squadra di kata era composta da quattro  atleti: tre maschi che dovevano effettuare il kata, mentre  lei il bunkai, ovvero, l’applicazione del kata come combattimento, inoltre Alice ottiene l’argento nel kumite a squadre raggiungendo quindi ben tre medaglie.

Gli altri tre atleti della Shotokan Ryu non hanno ottenuto risultati di rilievo ma sono stati comunque onorati dell’invito ricevuto e felici di gareggiare in questo trofeo che è stato vissuto in un clima particolarmente sereno.

Alla prossima.